Aste al centesimo: opinioni dei giocatori

Tutti abbiamo ormai imparato a conoscere le aste al centesimo online, dove sono presenti in vendita degli oggetti di grande valore, che si possono acquistare con poche decine di euro, e che quindi consentono a tutti l’emozione di puntare pochi soldi su un prodotto, e che riporta quindi la gente allo stesso piano, creando un equilibrio continuo.

Vediamo di seguito cosa sono le aste al centesimo.

 

Regolamento delle aste al centesimo

 

Le aste al centesimo esistono ormai da anni e sono nate per permettere a chiunque l’acquisto di oggetti di valore a poco prezzo.

In pratica dovrete iscrivervi ad una delle tante piattaforme online che oggi permettono queste aste.

Una volta entrati, bisognerà comprare un pacchetto di puntate, che solitamente va dai 0,50 cent ad 1,50 €.

Dopodiché potrete iniziare a fare delle offerte, e la particolarità sta nel fatto che ogni volta che si punta, si può aumentare il prezzo solo di 0,01 cent.

In questo modo, il prezzo di oggetti tecnologici che solitamente hanno dei costi molto elevati, si riduce ad abbassarsi notevolmente, arrivando ad ottenere cellulari e tablet a poche decine di euro. È un metodo originale e creativamente furbo, che consente a tutti delle occasioni da prendere al volo, spendendo davvero pochissimi soldi.

Qualora però non riusciste a terminare l’acquisto perché qualcun altro ha ottenuto l’oggetto prima di voi, allora le quote precedentemente spese, non verranno rimborsate.

 

Come funziona il guadagno nelle aste al centesimo

 

Chi non è abituato a vedere queste modalità di aste al centesimo o non le conosceva affatto, potrà facilmente pensare che c’è qualcosa sotto, che potrebbero essere oggetti rubati o quant’altro.

C’è chi continua a criticare queste aste giorno dopo giorno, ritenendo che siano dei modi disonesti di concedere acquisti di valore a prezzi così bassi e che tutto ciò vada a danneggiarne poi il mercato.

In realtà però non è così, non c’è assolutamente niente di illegale.

Non si tratta di aste normali, ma che possono durare massimo una giornata, perché andranno a concludersi immediatamente qualora non si ricevessero delle puntate per almeno 20 secondi.

Trascorso quel tempo, l’oggetto andrà all’ultimo puntatore, che per ottenerlo dovrà pagare la cifra raggiunta, più i soldi spesi per comprare le puntate.

I siti che eseguono queste pratiche infatti, non puntano sulle truffe di vendere oggetti di scarso valore a prezzi stracciati, ma ne ricaveranno i soldi del vincitore, più quelli delle puntate di tutti gli altri che non riceveranno alcun rimborso.

Spesso infatti, riescono a vendere ottimi oggetti a poco prezzo, ma a ricavarci comunque una quantità di denaro che ne supera il valore.

 

Opinioni positive sulle aste al centesimo

 

Non ci sono quindi metodi illegali o truffe in corso, si tratta solo di voler lasciare a tutti un po’ di spazio, permettendo loro di divertirsi e allo stesso tempo di acquistare oggetti che pensavano di non potersi permettere.

Ci sono infatti migliaia di opinioni positive di utenti che esprimono le loro esperienze sulle aste al centesimo.

È vero che tanti si lamentano di non riuscire a vincere mai niente, secondo le opinioni di tanti altri utenti però, questa sembra essere una cosa normale, perché nel momento in cui si fa una puntata, si è consapevoli che tantissima altra gente sta facendo la stessa cosa, e che ovviamente non si può sempre vincere.

La strategia che più consigliano i promotori delle aste al centesimo però, è quella di non mollare mai il colpo, seguire l’oggetto fino alla fine e fare di tutto per accaparrarselo.

In questo modo, una volta ciascuno, riusciranno a vincere tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *